UNA FIRMA A TRE MANI - Santissima Trinità (Anno A)

Vogliamo fare nostro l’invito di S. Paolo: “Siate Gioiosi!”… perché nonostante tutto il caos che ci circonda c’è un’armonia in Dio, fatta di una abbondanza di bene, talmente grande da renderlo uno e trino! Mistero della fede!!!

Dopo aver celebrato ed incontrato il Risorto nella Pasqua ed aver ricevuto nella Pentecoste l’effusione dello Spirito… Troviamo la festa della SS. Trinità: solo dopo questi incontri possiamo dire davvero chi è il nostro Dio… La festa della Santissima Trinità è infatti questa relazione tra il Padre, il Figlio e lo Spirito Santo. Una danza che per raccontare quanto Dio ha rivelato di sé lungo la storia della salvezza contempla un “passo a tre”. Strategia e armonia di continuità di quell’amore svelato a Mosè: “il Signore, Dio misericordioso e pietoso, lento all’ira e ricco di amore e di fedeltà”.

E a sigillo di questo amore ricco, troviamo proprio la Trinità: una firma a tre mani su tutta la creazione.

Noi al massimo arriviamo a contemplare l’amore in un passo a due… oppure quando non ci crediamo più ci consoliamo giocando al ribasso: “meglio soli” perché “chi fa da sé fa per tre”! Ma la festa della Trinità vuole proprio liberarci da quest’inganno che spesso si perde nella forma o dell’amore egoistico o di quello fusionale asfittico. Ma quando nella relazione siamo interessati solo a noi stessi, per paura di perderci, possiamo arrivare ad annientare l’altro o viceversa ad eliminare tutti gli altri per il desiderio di entrare in simbiosi fusionale.

Ma per raggiungere l’efficacia del “far per tre“ bisogna che ci sia “l’Uno per tutti e il tutti per uno”! Cioè occorre essere in quella relazione che non sottrae, né aggiunge, né divide, ma moltiplica il bene che c’è, occorre essere e perdersi in quel legame di donazione che mantiene se stessi, anzi che fa scoprire e potenzia il vero sé anche alla luce dei propri difetti e delle proprie mancanze, perché l’amore vero sa apprezzare e accettare anche quelle. Allora in questo senso il “tre” diventa il vero numero perfetto! Che dice un amore talmente forte che da fuori noi vediamo uno ma che in realtà non è solitario…

Ed essere creati ad immagine e somiglianza di una vita che si moltiplica per la comunione ci chiama ad essere in continuo viaggio verso l’altro: bisognosi e capaci di accogliere e di accoglierci.

In questo senso alla scuola del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo potremmo dire che l’amore o è trinitario o non è! Altrimenti si perde e disperde! E il vangelo ci presentava oggi un Dio che “ha tanto amato il mondo da dare il Figlio, unigenito, perché chiunque crede in lui non vada perduto”. Perché non si vada perduti… perché non si diventi uno spreco, un rifiuto da buttare via… La valle della Geenna che poi ha alimentato l’immagine delle fiamme dell’inferno, era in realtà una discarica dove il fuoco era perennemente acceso per bruciare i rifiuti…

Dio si gioca di persona - meglio di “persone” - perché noi non andiamo perduti e sprechiamo la vita… come rifiuti che rifiutano…

Questo il senso di quella “condanna” per chi non crede, perché se sbagli il bersaglio della relazione, non arriverai mai al dunque della vita. La relazione è la nostra salvezza, l’inferno è la solitudine, è contemplare null’altro che se stessi!

Tutto il nostro mercato globale, l’innovazione tecnologica negli sviluppi di smartphone, internet, social, i pad, I phone, I pad… e tutti gli “I” che hai, sono tutti strumenti con cui gridiamo il nostro intrinseco bisogno di relazione. Purtroppo non sempre questa natura-relazionale riesce a compiersi. Che possiamo davvero fare la nostra professione di fede nella Trinità come atto di fiducia nella vita, nelle relazioni, atto di fiducia in Colui che ci dice “Sono venuto perché abbiano la vita in pienezza” e allora come ci ha detto detto San Paolo «La grazia del Signore Gesù Cristo, l’amore di Dio e la comunione dello Spirito Santo saranno con tutti noi».


#Trinità #relazione #amore #armonia

7 visualizzazioni

PARROCCHIA MADONNA DI CAMPAGNA

        Via Cardinal G. Massaia 98 - 10147 Torino

        011.252069 

        parr.madonna.campagna@diocesi.torino.it

UFFICIO PARROCCHIALE (chiuso se prefestivo)

LUN    chiuso

MAR    9.30-12   17-19

MER-GIO-VEN-SAB    17-19

DOM    chiuso

S. MESSE

FERIALI    7.30   18

PREFESTIVI   18

FESTIVI    8   10   11.30   18

Contattaci

AIUTACI AD AIUTARE!!!

IBAN: IT16O 02008 01119 00000 1327288

© 2020 by Madonna di Campagna

This site was designed with the
.com
website builder. Create your website today.
Start Now